Rifugio Tartaglione

Il Rifugio Tartaglione, immerso in un fresco bosco, è situato in posizione panoramica all'inizio della Val Sissone.

Lasciamo la statale 38 all'inizio della tangenziale di Sondrio per entrare in città. Giunti alla prima rotonda, giriamo a sinistra e imbocchiamo la provinciale 15 con la quale risaliamo la Valmalenco. Superiamo Chiesa e arriviamo fino a Chiareggio al termine della vallata.
Possiamo lasciare l'auto all'inizio del paese sulla sinistra; meglio però attraversarlo completamente e scendere poi verso al greto del torrente Màllero, dove c'è ampia possibilità di parcheggio (m. 1630).

Vari segnavia indicano verso destra: Forbesina a ore 0.20, Alpe Vezzeda inferiore a ore 0.40, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3.10, Giro dei tre ponti Chiareggio a ore 0.50; a sinistra: Rifugio Gerli-Porro a ore 1, Rifugio Ventina a ore 1.05. Altri due cartelli indicano se i Rifugi Tartaglione e Del Grande sono aperti o chiusi. Un segnale stradale consente il transito solo ai veicoli che dispongono della necessaria autorizzazione.

Ci incamminiamo in piano verso destra su di una sterrata. Alla destra ci accompagnano dapprima un ruscello e poi una staccionata in legno oltre la quale vediamo una casa. Alla sinistra c'è il grande letto del Mallero. Davanti cominciamo già a vedere parte della cerchia dei monti che chiudono le valli, Ventina, Muretto e Sissone, che confluiscono al Pian del Lupo.

Raggiungiamo la prima parte dell'abetaia; per ora gli alberi sono abbastanza radi e alternati ai pascoli.
Lasciamo a sinistra una deviazione che tramite un ponte conduce sull'altra sponda del torrente e proseguiamo diritto. Alla sinistra scorre il torrente mentre alla destra ci sono prati e alcune baite sparse.
Troviamo poi sulla sinistra una area pic-nic con alcuni tavoloni in legno e relative panche. Due vecchi segnavia in legno indicano di proseguire diritto verso il Pian del Lupo e il Monte Disgrazia.
Un ruscello passa sotto alla stradina con la quale proseguiamo tra alberi alla sinistra e un muretto di sassi alla destra. La pendenza è veramente minima.
Vediamo un'altra casa sulla destra. Gli alberi, seppur intervallati da alcune radure, diventano più numerosi.
Vediamo dei segnavia che indicano davanti il Rifugio Tartaglione e il Rifugio Del Grande Camerini. Alla destra c'è un'altra area pic-nic con tavoloni e panche. Ignoriamo una sterrata che si stacca sulla sinistra e proseguiamo diritto, in leggera salita, nell'abetaia (m. 1645).
Oltrepassiamo un piccolo avvallamento dove incrociamo un ruscelletto che passa in un tubo e torniamo ad avvicinarci al torrente.
In piano, arriviamo al ponte con il quale superiamo il torrente che scende dalla Val Muretto (m. 1670).

Subito dopo un sentiero si stacca sulla destra. Vari segnavia indicano diritto: Alpe Zocca, Val Sissone, Forbesina a ore 0.05, Alpe Ventina, Rifugio Tartaglione; a destra: Alpe Vezzeda inferiore a 0.30 e superiore, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3, Passo del Forno a ore 4. Un cartello informa se il Rifugio M. Del Grande R. Camerini è aperto.
Proseguiamo con l'ampia sterrata, in leggera discesa, fino a trovare sulla sinistra uno slargo e una curva (m. 1660). Abbandoniamo la strada e, seguendo un cartello che indica il Rifugio Tartaglione, prendiamo un ampio sentiero sulla destra.
Superata una canalina metallica per lo scolo dell'acqua, lasciamo a destra un sentiero che sale verso alcune baite e proseguiamo diritto alternando piano e leggera salita. Alla sinistra ci sono dei prati ed un baitello. Alla destra più in alto vediamo le altre baite.

Raggiungiamo un bivio e diverse vecchie baite, molte delle quali ridotte a rudere. Siamo all'Alpe Forbesina. I segnavia indicano a sinistra: A. Ventina, Rifugi Gerli-Ventina a ore 0.50, Passo Ventina a ore 3.30, Ghiacciaio del Ventina a ore 2.30, Giro dei tre ponti, Chiareggio a ore 0.30; diritto: A. Laresin a ore 0.10, Val Sissone, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3.40; dietro: Pian del Lupo a ore 0.20, Chiareggio a ore 0.30. Un altro grande cartello giallo indica diritto: Rifugio Tartaglione, Passo di Mello, Bivacco Grandori Odello, Rifugio Del Grande; a sinistra Rifugi Porro e Ventina, Lago Pirola, Passo Ventina, Ghiacciaio Ventina.
Proseguiamo diritto in leggera salita mentre i vari ruderi sfilano alla nostra sinistra.
Tra i pascoli e il bosco arriviamo ad una curva a destra dove cominciamo a salire tra gli alberi.

Troviamo un bivio e una palina con dei segnavia che indicano diritto: A. Sentieri a ore 1, A. Zocca a ore 1.50, A. Ventina a ore 2.20; a destra: A. Laresin, Val Sissone, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3.30.
Andiamo a destra con due tornanti ravvicinati che potremmo evitare passando su dei lastroni di roccia, e troviamo altri segnavia che indicano davanti: Alpe Laresin, Rifugio Tartaglione.
Proseguiamo in leggera salita tra alberi e prati. In basso a sinistra scorre il torrente attraversabile con un ponticello. Davanti vediamo il Passo di Mello.

Arriviamo all'Alpe Laresin (m. 1720). In alto nei prati vediamo due baitelli, poi superiamo una baita e una stalla e troviamo altri segnavia.
Diritto infatti prosegue un sentiero per: Val Sissone, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3.30, Passo di mello EEA a ore 5; continuando verso destra con un tornante che aggira le baite: Rifugio Tartaglione Crispo a ore 0.15, Pian dei Vitelli a ore 0.30, A. Vezzeda inferiore a ore 0.50. All'esterno del tornante, nei prati, c'è un'altra baita
Dopo pochi passi in salita continuiamo con leggera pendenza passando dietro ai primi due baitelli che avevamo notato.

Riprendiamo a salire ed entriamo nel bosco.
Dopo i primi due tornanti la pendenza aumenta sensibilmente. La stradina è parzialmente coperta di cemento. Gli alberi diventano più radi (m. 1750).
Continuiamo su pietrisco. Al successivo tornante, verso sinistra, cominciamo a vedere il rifugio (m. 1765) e poco dopo lo raggiungiamo.

Tempo impiegato: ore 0.45 - Dislivello: m. 150
Data escursione: giugno 2011

ESCURSIONI PARTENDO DAL RIFUGIO:
  • al Rifugio Del Grande (m. 2580) in ore 3
  • ai Rifugi Porro e Ventina (m. 1965) in ore 1
  • al Bivacco Odello-Grandori (m. 2990) in ore 5









Dati del Rifugio Tartaglione

Altezza:
m. 1780
Gruppo:
Valtellina
Ubicazione:
Alpe Forbicina
Comune:
Chiesa - SO
Carta Kompass:
93 A5
Coordinate Geo:
46°18'29.70"N
9°45'49.00"E
Gestore:
Tecla Fanoni
Telefono gestore:
0342 451223
Telefono rifugio:
347 8508896
Posti letto:
19
Apertura:
estiva
Pagina aggiornata
il: 16/06/2011
Il Rifugio Tartaglione Il Torrente Mallero Il Monte Vezzeda Il ponte sul Mallero Il Passo di Mello Alpe Forbicina Alpe Laresin

clicca qui per stampare questa pagina (solo testo)

Rifugio Tagliaferri torna su Rifugio Tassara

 Valid HTML 4.01! Copyright  Valid CSS!

Pagina vista da 13886 visitatori