Bivacco 89a Brigata

Il Bivacco 89a Brigata situato nei pressi della Bocchetta di Prada, lungo il sentiero per il Rifugio Bietti nella Grigna Settentrionale.
E' formato da un locale contenente un camino e due panche e da una cappelletta.

Da Varenna sul Lago di Lecco imbocchiamo la tortuosa e panoramica provinciale 65 che sale al Passo di Agueglio.
Dopo Esino prendiamo la deviazione che passa per il Rifugio Cainallo e proseguendo, con un ultimo tratto sterrato, arriva fino in fondo alla Val di Cino.

Lasciata l'auto nel vasto parcheggio (m. 1420), ci avviamo verso la vicina cresta spartiacque ma, prima di raggiungerla, prendiamo il sentiero sulla destra. I segnavia indicano: Bogani-Brioschi n. 25; Bietti-Brioschi n. 24; Monte Croce n. 23. Altri cartelli segnalano i Rifugi Bietti e Bogani entrambi a ore 1.30 e informano se sono chiusi o aperti.
In salita nella faggeta, arriviamo ad una curva a sinistra dove il sentiero si divide in tre tracce (m. 1455): la prima ha il fondo roccioso e dei gradini realizzati con piccoli tronchi di legno; la seconda ha il fondo di roccia e non ha gradini; il fondo della terza invece un misto di roccia e sterrato.

Poco pi avanti lasciamo a destra il sentiero n. 23 per il Monte Croce e il Bivacco Baitello dell'Amicizia.
Riunitesi le tre tracce, raggiungiamo una santella con una madonna (m. 1470).
Giriamo a destra e con due tratti quasi in piano, intervallati da una lieve discesa, iniziamo a contornare il fianco del Grumellone avendo alla nostra sinistra la profonda voragine che scende ripida nella Valle dei Mulini. Il sentiero ampio ma comunque opportuno non distrarsi, specialmente in caso di neve.

Saliamo agevolati da tre gradini di legno e raggiungiamo un passaggio tra le rocce (m. 1485).
Dopo due passi in leggera discesa proseguiamo quasi in piano.
Troviamo un tronchetto sistemato a guisa di gradino e poi in salita passiamo tra altre due rocce (m. 1490).
Proseguiamo quasi in piano con lievi saliscendi. Ora alla sinistra ci sono meno alberi.
Poi torniamo nel bosco e alterniamo tratti in piano ad altri con poca pendenza, a volte camminando sopra delle radici affioranti.

Percorriamo una breve salita su fondo roccioso e, agevolati da cinque tronchetti che fanno da gradino, raggiungiamo un altro passaggio tra le rocce (m. 1520).
Dopo pochi passi in leggera discesa, proseguiamo in leggera salita su pietrisco.
Con alcuni gradini di legno e di pietra, riprendiamo a salire su fondo roccioso.
Poi, nuovamente su pietrisco, proseguiamo con poca pendenza. Alla sinistra, in questo punto ci sono pochi alberi e possiamo vedere la sottostante vallata.
Troviamo altri gradini, prima di legno e poi di pietra, con i quali saliamo su fondo roccioso.

Quasi in piano su pietrisco, giriamo a sinistra assecondando un ansa della montagna. Il sentiero rinforzato a valle da un tronco collocato a terra in orizzontale.
Poi camminiamo su di una passerella che, nell'ultima parte, coperta da cemento (m. 1535).
Subito giriamo a destra e proseguiamo con lievi saliscendi. Il sentiero, sul lato a valle, rinforzato con dei tronchi.
Saliamo altri gradini di legno.
Proseguiamo con pochissima pendenza. In basso a sinistra vediamo Lierna (m. 1550).
Alla sinistra troviamo, uno dopo l'altro, altri due tronchi a rinforzo del sentiero, mentre alterniamo tratti con poca pendenza o quasi in piano.
Superiamo un solitario gradino di legno (m. 1570).
Riprendiamo a salire con altri gradini poi giriamo a destra e proseguiamo con lievi saliscendi. Alla sinistra ci sono pochi alberi e pertanto possiamo vedere la sequenza delle cime della Valsassina che in fondo a sinistra si chiude con il Legnone.

Con pochi passi in salita arriviamo ad un bivio (m. 1590). I segnavia indicano davanti: Rifugio Bogani; a destra: Rifugio Bietti. Altri cartelli segnalano entrambi i rifugi a ore 0.45 e informano se sono chiusi o aperti. Il sentiero alla destra conduce anche al Bivacco 89a Brigata dove inizia il sentiero 19 che sale verso la Grigna lungo la Cresta di Piancaformia.
Abbandoniamo pertanto il sentiero 25 che prosegue verso il Rifugio Bogani e saliamo ripidamente, agevolati da gradini di legno, verso la Bocchetta di Prada (m. 1626).
Qui giunti, incrociamo un altro sentiero. I segnavia indicano a sinistra con il sentiero 24: Rifugio Bietti, Rifugio Brioschi; a sinistra con il sentiero 19: Cresta Piancaformia, Rifugio Bogani, Rifugio Brioschi; diritto con il sentiero 17: Calivazzo, Somana, Mandello; a destra: Monte Pilastro, Monte Croce. Il panorama ci regala uno scorcio del lago di Lecco.

Andiamo a sinistra e superiamo un tratto in piano e una breve salita, in cima alla quale gi vediamo davanti a noi l'arco naturale della Porta di Prada.
Il sentiero piega a sinistra e con pochi passi in piano raggiungiamo il bivacco.

Tempo impiegato: ore 0.45 - Dislivello: m. 239 -25
Data escursione: agosto 2012

ESCURSIONI PARTENDO DAL BIVACCO:
  • alla Vetta della Grigna (m. 2403) e al Rifugio Brioschi in ore 3.15
  • al Rifugio Bietti (m. 1719) in ore 0.45
  • alla Bocchetta di Piancaformia (m. 1803)
  • al Monte Croce (m. 1780)
  • al Monte Pilastro (m. 1823)






Dati del Bivacco 89a Brigata

Altezza:
m. 1634
Gruppo:
Valsassina
Ubicazione:
nei pressi della
bocchetta di Prada
Comune:
Mandello - LC
Carta Kompass:
91 - D5
Coordinate Geo:
4558'11.60"N
921'52.90"E
Gestore:
-
Telefono gestore:
-
Telefono rifugio:
-
Posti letto:
-
Apertura:
sempre aperto
Pagina aggiornata
il: 29/10/2012
Il Bivacco 89a Brigata La cappellina del bivacco La Porta di Prada

clicca qui per stampare questa pagina (solo testo)

Rifugio Osteria Alpina torna su Rifugio Palazzi

 Valid HTML 4.01! Copyright  Valid CSS!

Pagina vista da 12343 visitatori