Rifugio Anzana

Il Rifugio Anzana, di proprietà del Comune di Brusio, è situato nella Val Saiento, laterale della Valle di Poschiavo.
Dispone di cucina e fornello a legna, riscaldamento a legna, doccia con acqua calda riscaldata con miscelatore a legna, 32 posti letto, illuminazione da pannello solare, WiFi gratuito, postazione per grigliare all'aperto.
Da novembre a primavera l'acqua viene chiusa ma il rifugio è ugualmente prenotabile.
Prenotando verrà comunicata la combinazione a cinque cifre del lucchetto del luogo dove è depositata la chiave che apre la porta principale del rifugio.
Per informazioni e prenotazioni bisogna contattare, qualche giorno prima, il responsabile del rifugio, Sig. Franco Balsarini tel.: +41 79 9518586 - francobalsarini@bluewin.ch

Lasciamo la statale 38 a Tirano (km. 62.9) per prendere sulla sinistra la strada per la Val Poschiavo che sale verso i valichi della Forcola e del Bernina.
Dopo alcuni chilometri, a Campocologno, entriamo in Svizzera. La strada diventa la Nazionale 29.
Continuiamo per km. 2.1, arriviamo a Campascio e giriamo a sinistra in Via Principale seguendo le indicazioni per Cavaione, M. Scala.
Ad un incrocio proseguiamo diritto. La strada è sempre asfaltata ma diventa più stretta e non sempre ci sono protezioni a valle.
Più avanti vediamo una cascata che scende dalla destra e attraversiamo una galleria.
Proseguiamo con vari tornanti fino a raggiungere il borgo di Cavaione che la strada aggira alla destra.

Al termine dell'abitato, alla sinistra troviamo: una fontana con vasca semicircolare in pietra, un parcheggio gratuito con otto posti auto e la fermata dell'AutoPostale Cavaione Brusio linea 713 (pulmino dalle 8 alle 18, riservazione obbligatoria 1 ora prima della partenza al numero telefonico gratuito +41 800 126126).
I segnavia indicano: Cavaione 1298 m;
- davanti: Bastian 40 min, Bratascia 1¼ h, Li Piani 2½ h; Giümelin; Tre Croci 3¼ h, Le Prese 6 h; Pescia Bassa 2 h, Pescia Alta 2¾ h, Col d'Anzana 3¼ h; Lagh dal Mat 4¾ h;
- dietro: Campascio 1¼ h su un cartello e 2 h su un altro;
- dietro verso sinistra: Rossat 45 min, Piana 1 h, Lughina 1¾ h.
Il Rifugio Anzana, non indicato su questi segnavia, si trova tra Pescia Bassa e Pescia Alta.
E' possibile arrivare in auto fino a Pescia Bassa. Noi invece parcheggiamo la macchina e ci incamminiamo seguendo la strada (m. 1320).

In leggera salita percorriamo una semicurva verso sinistra aggirando una roccia. Alla destra c'è il bosco.
Superiamo una semicurva verso destra.

Presso un tornante sinistrorso la strada diventa sterrata (m. 1340).
Alla destra c'è un masso. In basso alla sinistra vediamo Tirano.
Poco sotto ci sono i tetti delle case di Cavaione (m. 1360).
Superiamo una semicurva verso destra.
Dopo pochi passi, la strada torna ad essere asfaltata (m. 1380). In alto alla destra cominciamo a vedere la bianca Chiesa di Santa Croce.
Presso una curva verso destra aggiriamo una grande casa situata un poco più in alto (m. 1390).
Alla sinistra scendono dei prati e a lato della strada ci sono delle protezioni con paletti di metallo e traversi di legno.

Presso un tornante destrorso vediamo la statuetta di una madonna in una nicchia (m. 1400).
Superiamo una semicurva verso sinistra. In alto alla sinistra torniamo a vedere la chiesa (m. 1415).
Ignoriamo un ripido sentiero che sale alla sinistra.

Percorriamo un tornante sinistrorso all'esterno del quale ci sono uno slargo e delle protezioni (m. 1435).
Continuiamo con un muro di pietre cementate alla destra.
Ora vediamo la chiesa davanti a noi. Ignoriamo una sterrata che scende a sinistra.

Lasciamo a sinistra la chiesa situata un poco più in basso rispetto alla strada (m. 1450).
Subito percorriamo una curva verso destra.
Ignoriamo una sterrata che si stacca con un tornante destrorso e sale verso alcune case. Continuiamo diritto (m. 1465).
Percorriamo una curva verso sinistra molto ampia (m. 1480).
Notiamo che in alcuni tratti ci sono le protezioni a valle e in altri mancano.
Superiamo una semicurva verso destra.
Proseguiamo con una semicurva verso sinistra.

Subito dopo, presso un tornante destrorso, una sterrata prosegue diritto. I segnavia indicano: Bastian 1485 m;
- diritto: Pescia Bassa 1¼ h, Pescia Alta 2 h, Col d'Anzana 2½ h, Lagh dal Mat;
- dietro: Cavaione 30 min, Campascio 1¾ h;
- a destra: Bratascia 35 min, Li Piani 1¾ h, Tre Croci 2½ h; Giümelin 2½ h.
Proseguiamo diritto con la sterrata (m. 1495).

Poco sotto alla sinistra vediamo due baite.
Subito percorriamo un tornante destrorso molto ampio (m. 1500).
Superiamo due semicurve destra-sinistra (m. 1510).

Alla sinistra troviamo uno slargo con spazio sufficiente per parcheggiare circa otto auto (m. 1520).
Subito percorriamo una curva verso sinistra mentre un ruscello attraversa la strada passandole sotto.
Superiamo due semicurve destra-sinistra attorniati dagli alberi (m. 1540).
Percorriamo una semicurva verso destra e cominciamo a trovare delle canaline, in ferro e cemento, per lo scolo dell'acqua.

Presso un tornante destrorso allo scoperto, i segnavia indicano a destra Pescia Bassa e dietro Cavaione. Ignoriamo una sterrata che continua diritto (m. 1560).
Subito rientriamo nel bosco.
Superiamo due semicurve destra-sinistra (m. 1570).

Allo scoperto percorriamo altre due semicurve destra-sinistra.
Subito dopo, presso un tornante destrorso con il fondo in cemento e con uno slargo all'esterno, troviamo dei segnavia che indicano
- diritto: Rossat, Piana;
- seguendo il tornante: Bratascia, Pescia Bassa;
- dietro: Cavaione.
Seguiamo il tornante (m. 1585). La strada torna sterrata e rientra nel bosco.

Percorriamo un'ampia semicurva verso sinistra.
Superiamo una semicurva verso destra (m. 1600).
Alla sinistra abbiamo un muro di pietre coperte dal muschio.

Presso un tornante sinistrorso con il fondo in cemento, troviamo dei segnavia che indicano:
- seguendo il tornante: Pescia Bassa;
- diritto con una sterrata: Bratascia;
- dietro: Cavaione.
Seguiamo il tornante. La strada torna sterrata (m. 1605).

Un cavo, sorretto da pali di legno, ci accompagna e scorre sopra di noi.
Un ruscelletto passa sotto alla strada (m. 1620).
Continuiamo allo scoperto ma con gli alberi ai lati.
Alla destra abbiamo un muro di pietre (m. 1635).
Superiamo due semicurve sinistra-destra.
Proseguiamo con delle serpentine appena accennate (m. 1645).

Alla destra troviamo delle gabbie piene di pietre.
Torniamo nel bosco e superiamo una semicurva verso destra (m. 1650).
Alla destra riprende il muro di pietre parzialmente coperte dal muschio. Alla sinistra c'è uno spazio sufficiente per parcheggiare tre auto.
Terminato il muro ricominciamo le gabbie con le pietre (m. 1660).

Torniamo a camminare allo scoperto (m. 1665).
All'esterno di una semicurva verso sinistra troviamo uno slargo (m. 1675).
Percorriamo una semicurva verso destra inizialmente accompagnati dalle gabbie con le pietre e poco dopo da un muro (m. 1680).
Superiamo due semicurve sinistra-destra e una curva verso sinistra (m. 1685),
Continuiamo con un'ampia semicurva verso destra (m. 1705).

Percorriamo un tratto nel bosco.
Torniamo allo scoperto e superiamo una semicurva verso sinistra. Ignoriamo una sterrate inerbita e continuiamo in salita con un muro alla destra (m. 1715).
Rientriamo nel bosco e superiamo una semicurva verso destra (m. 1725).
Alla destra troviamo altre gabbie, questa volta disposte in una sola fila e non sovrapposte come le precedenti (m. 1730).
Presso una curva verso sinistra i pali con un cavo di legno terminano (m. 1740).
Troviamo uno slargo alla sinistra e superiamo due semicurve destra-sinistra (m. 1750).
Percorriamo una semicurva verso destra all'interno della quale c'è un muro (m. 1755).

Torniamo allo scoperto e, con poca pendenza, percorriamo un'ampia semicurva verso sinistra. Alla destra troviamo altre gabbie disposte su più strati (m. 1760).
All'intermo di un tornante destrorso sale una stradina inerbita (m. 1770).
Continuiamo con un muro di pietre alla destra.

Presso un tornante sinistrorso un torrente attraversa la strada passandole sotto (m. 1780).
Proseguiamo con un muro alla destra e superiamo due semicurve destra-sinistra.

Subito dopo percorriamo un tornante destrorso ignorando una sterrata che prosegue diritto in discesa verso una casa recintata (m. 1785).
Camminiamo tra due file di paletti di legno che reggono un cavo. Un rivolo passa sotto alla strada. In alto alla destra vediamo una casa e una bandiera.
Uno dopo l'altro, superiamo due torrenti che attraversano la strada passando sotto ad altrettanti ponticelli realizzati con assi di legno (m. 1805).

Alla sinistra c'è uno slargo, ultima possibilità per parcheggiare. I segnavia indicano
- con una strada alla destra: Li Piani, Tre Croci;
- dietro: Bratascia, Cavaione;
- diritto: Pescia Bassa.
Proseguiamo diritto lasciando a destra una costruzione in cemento (m. 1820).

Poco dopo alla destra si stacca la strada di accesso all'Alpe Pescia Bassa (latteria). Anche qui troviamo dei segnavia che indicano: Pescia Bassa 1832 m;
- diritto: Pescia Alta 45 min, Col d'Anzana 1¼ h, Lagh da la Regina 2¼ h, Lagh dal Mat 2¾ h;
- dietro: Cavaione 1¼ h, Campascio 2½ h.
Ci sono anche tre segnali stradali che indicano: divieto di transito alle auto, moto e biciclette; portata massima consentita 18 t; larghezza massima m. 2.3.
Ignoriamo una strada che scende alla sinistra e proseguiamo diritto con poca pendenza (m. 1832).

Alla destra troviamo una panchina e un cartello che indica diritto il Rifugio Anzana.
Quasi in piano superiamo due semicurve sinistra-destra (m. 1840).
Camminiamo attorniati da prati mentre gli alberi sono più lontani.
Superiamo una semicurva verso destra e una curva verso sinistra vicine tra loro.
Percorriamo una curva verso destra tra radi larici (m. 1845).
In leggera salita passiamo tra due larici.

Dopo una semicurva verso destra proseguiamo in salita. Ora la sterrata ha due strisce di cemento in corrispondenza del passaggio delle ruote di quei veicoli che hanno il permesso per transitare su questa strada (m. 1855).
Alla sinistra ci sono tre massi.
La strada torna ad essere interamente sterrata. Dopo un tratto quasi in piano proseguiamo con poca pendenza (m. 1870).

Percorriamo un tornante destrorso. Alla sinistra scorre il Torrente Saent (m. 1875).
Continuiamo con un tornante sinistrorso (m. 1885).
Attraversiamo il torrente su di un ponte di legno con protezioni solo alla sinistra, lato a valle (m. 1890).
Proseguiamo con poca pendenza tra larici e prati. Passiamo sotto ad un cavo (m. 1895).

Riprendiamo a salire e percorriamo un tornante destrorso seguito da due semicurve sinistra-destra (m. 1905).
Quasi in piano riattraversiamo il torrente su di un ponticello di legno senza le sponde (m. 1915).
Continuiamo in salita con la strada inerbita ma con due strisce sterrate in corrispondenza del passaggio delle ruote.

Passiamo su di un altro ponticello di legno con le sponde formate da due paletti di ferro che reggono un traverso di legno (m. 1920).
Superiamo due semicurve destra-sinistra.
All'interno di un tornante sinistrorso c'è un masso (m. 1930).
Poco dopo, in leggera salita, percorriamo una semicurva verso destra.
Presso una semicurva verso sinistra un ruscelletto attraversa la strada passando sotto un ponticello di legno con la sola sponda di sinistra (m. 1945).
Subito percorriamo una semicurva verso destra.

Alla destra troviamo delle gabbie contenenti pietre.
Con pochissima pendenza superiamo una curva verso sinistra e attraversiamo il torrente su di un ponte senza le sponde (m. 1955).
Proseguiamo in leggera salita e percorriamo un tornante destrorso.
Continuiamo quasi in piano con una curva verso sinistra (m. 1970).

Attraversiamo un torrente in secca su di un ponticello di legno senza sponde.
Proseguiamo in leggera salita (m. 1975).
Dopo un tratto quasi in piano continuiamo con poca pendenza (m. 1985).

Presso un tornante sinistrorso attraversiamo il torrente su di un ponte di legno (m. 1995).
Superiamo due semicurve destra-sinistra seguite da un tornante destrorso (m. 2005).
Proseguiamo in salita.
Percorriamo un tornante sinistrorso (m. 2015).
Dopo un tornante destrorso continuiamo con poca pendenza (m. 2030).
Superiamo una semicurva verso sinistra.

Percorriamo un tornante destrorso e cominciamo a vedere il Rifugio Anzana (m. 2040).
Ancora due tornanti sinistra-destra e lo troviamo sul lato destro della strada (m. 2050).

Partendo da Cavaione -
Tempo impiegato: ore 2.20 / Dislivello: m. 730 / Lunghezza km. 7.4
Partendo da Pescia Bassa -
Tempo impiegato: ore 0.30 / Dislivello: m. 230 / Lunghezza km. 2.1
Data escursione: ottobre 2023

ESCURSIONI/ASCENSIONI PARTENDO DAL RIFUGIO:
  • a Pescia Alta (m. 2062)
  • al Lagh da la Regina (m. 2418)
  • al Lagh dal Mat (m. 2523)
  • al Passo Meden (m. 2438)
  • al Pizzo Cancano (m. 2435)
  • al Pizzo Combolo (m. 2900)






Dati del Rifugio Anzana

Altezza:
m. 2050
Gruppo:
Grigioni - CH
Ubicazione:
Tra Pescia Bassa
e Pescia Alta
Comune:
Brusio - GR
Carta Kompass:
93 D6
Coordinate Geo:
46°13'50.40"N
10°04'30.30"E
Coordinate Svizzere:
803.356 / 123.330
Responsabile:
Franco Balsarini
Telefono:
+41 79 9518586
Posti letto:
32
Apertura:
Sempre previo
prenotazione
Pagina inserita
il: 30/11/23
Il Rifugio Anzana Cavaione - AutoPostale Cavaione - Parcheggio Cavaione - Fontana La Chiesa di Santa Croce La Chiesa di Santa Croce Slargo per parcheggiare a Bastian La sterrata Ultima possibilità di parcheggio a Pescia Bassa Alpe Pescia Bassa Alpe Pescia Bassa Un ponticello La sterrata tra i larici Un altro ponticello Un altro ponticello La fontana accanto al rifugio Insegna del rifugio Altro lato del Rifugio Anzana

clicca qui per stampare questa pagina (solo testo)

Rifugio Alpe Caviano torna su Capanna Corno Gries

 Valid HTML 4.01! Copyright  Valid CSS!

Pagina vista da 286 visitatori