Rifugio Tartaglione

Il Rifugio Tartaglione, immerso in un fresco bosco, č situato in posizione panoramica all'inizio della Val Sissone.

Lasciamo la statale 38 all'uscita per Sondrio centro (km. 35.4).
Dopo un rettilineo lungo un chilometro e mezzo, ad una rotonda giriamo a sinistra e prendiamo la provinciale 15 con la quale risaliamo la Val Malenco.
Al km. 12.2 lasciamo a destra la strada per Caspoggio e al km. 13.5 quella per Lanzada e Franscia.
Superiamo Chiesa e arriviamo fino a Chiareggio al termine della vallata.

Nel periodo dal 15/6 al 30/9, Chiareggio č zona ZTL e l'accesso č soggetto al pagamento di Euro 5 (gratis se si esce entro un'ora). Ci sono due parchimetri: il primo in localitā Sabbioncello alla sinistra prima di arrivare in paese e il secondo presso il parcheggio alla destra all'inizio del paese.

Attraversiamo tutta Chiareggio e poi prendiamo una strada stretta che scende al greto del Torrente Māllero dove, alla sinistra c'č ampia possibilitā di parcheggio mentre alla destra inizia la strada agro-silvo-pastorale "Pian del Lupo - Alpe Forbicina" il cui transito č consentito solo ai veicoli autorizzati.
Vari segnavia indicano, a destra con il percorso AV301-305: Forbesina a ore 0.20, Alpe Vezzeda inferiore a ore 0.40, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3.10; a destra con il percorso 323/1: Forbesina a ore 0.20, Giro dei tre ponti - Chiareggio a ore 0.50; a sinistra con il percorso AV323/1-305: Chiareggio a ore 0.10. Due cartelli indicano a sinistra: Rifugio Ventina a ore 1.05 e Rifugio Porro Gerli a ore 1. Altri due cartelli informano se il Rifugio Tartaglione Crispo e il Rifugio Del Grande Camerini sono aperti o chiusi. Lasciamo la macchina alla sinistra e ci incamminiamo in piano sulla sterrata alla destra (m. 1630).

Alla sinistra c'č il grande letto del Mallero. Davanti cominciamo giā a vedere parte della cerchia dei monti che chiudono le valli Ventina, Muretto e Sissone che confluiscono al Pian del Lupo.
Alla destra scorre un ruscello e, poco dopo, ci accompagna una staccionata. In alto a destra vediamo alcune case.

Lasciamo a sinistra un ponte, con il fondo di legno e le sponde con pali di ferro che sorreggono quattro cavi, il quale conduce sull'altra sponda del torrente. I segnavia indicano: dietro Chiareggio e davanti Forbicina. Proseguiamo diritto tra gli alberi.
Subito percorriamo una semicurva verso sinistra.
Proseguiamo con poca pendenza. Alla destra ci sono prati e alcune baite sparse.
Quasi in piano superiamo una semicurva verso sinistra.
Un ruscelletto passa sotto alla sterrata.
Alla sinistra troviamo un'area pic-nic. Alla destra c'č un muretto di pietre a secco.
Continuiamo tra radi alberi.

In leggera salita arriviamo ad un bivio. I segnavia indicano, seguendo una curva verso destra: Rifugio Tartaglione e Rifugio Del Grande Camerini; diritto: Centro Sportivo. Alla destra ci sono due tavoli con relative panche (m. 1645).
Dopo una semicurva verso sinistra continuiamo quasi in piano.
In leggera salita percorriamo due curve destra-sinistra (m. 1665).

Quasi in piano, con un tornante sinistrorso molto ampio, attraversiamo il ponte sul Torrente che scende dalla Val Muretto. Il ponte ha il fondo in legno e le sponde con paletti di ferro che sorreggono quattro cavi di acciaio. Al termine del ponte superiamo un cancello che troviamo aperto (m. 1670).

Subito dopo un sentiero si stacca alla destra ed entra nel bosco. Vari segnavia indicano, diritto con il percorso 323/1: Forbesina a ore 0.05, Val Sissone, Alpe Ventina, Rifugio Tartaglione a ore 0.30; a destra con il percorso AV301-305: Alpe Vezzeda inferiore a 0.30, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3, Passo del Forno a ore 4; dietro: Chiareggio a ore 0.25. Un cartello informa se il Rifugio M. Del Grande R. Camerini č aperto.
Proseguiamo diritto con una larga sterrata, in leggera discesa, fino a trovare sulla sinistra uno slargo e una curva. Qui abbandoniamo la strada che gira a sinistra e prendiamo una stradina che continua diritto (m. 1660).

Arriviamo subito ad una biforcazione dove continuiamo verso sinistra quasi in piano trascurando l'altra stradina che sale a destra.
Percorriamo un tratto con poca pendenza ed uno quasi in piano. Alla sinistra ci sono dei prati. Alla destra, pių in alto, vediamo delle baite.

Raggiungiamo un bivio e diverse vecchie baite, molte delle quali ridotte a rudere. Siamo all'Alpe Forbesina. I segnavia indicano, a sinistra con il percorso AV301-305: A. Ventina, Rifugi Gerli-Ventina a ore 0.50, Passo Ventina a ore 3.30, Ghiacciaio del Ventina a ore 2.30; a sinistra con il percorso 323/1, Giro dei tre ponti, Chiareggio a ore 0.30; diritto con il percorso AV301-305: A. Laresin a ore 0.10, Val Sissone, Rifugio Tartaglione a ore 0.20, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3.40; dietro con il percorso 323/1: Pian del Lupo a ore 0.20, Chiareggio a ore 0.30.
Proseguiamo diritto in leggera salita mentre i vari ruderi sfilano alla nostra sinistra.
Continuiamo con prati e arbusti alla sinistra mentre alla destra ci sono gli alberi.
Percorriamo un tornante destrorso molto ampio (m. 1680).
Un cartello segnala il divieto di caccia.

In salita arriviamo ad un bivio dove i segnavia indicano, diritto con il percorso AV301-305: A. Laresin, Val Sissone, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3.30; davanti verso sinistra con il percorso 324: A. Sentieri a ore 1, A. Zocca a ore 1.50, A. Ventina a ore 2.20; dietro con il percorso AV301-305: Forbesina, Chiareggio a ore 0.30. Proseguiamo con due tornanti vicini destra-sinistra oppure diritto risalendo dei lastroni di roccia (m. 1690).
Continuiamo con poca pendenza tra gli alberi.
Poco dopo gli alberi diventano radi. Ignoriamo un sentiero che si stacca alla sinistra (m. 1700).

Arriviamo all'Alpe Laresin. Nei prati in alto a destra ci sono due baite, una delle quali ristrutturata, e un rudere. Davanti vediamo le cime alla testata della valle.
Subito dopo troviamo un bivio dove i segnavia indicano: Alpe Laresin 1720 m; diritto con il percorso AV301-305: Val Sissone, Rifugio Del Grande Camerini a ore 3.30, Passo di Mello E.E.A. a ore 5; dietro con il percorso AV301-305: Forbesina a ore 0.10, Chiareggio a ore 0.40; a destra con il percorso 325/1: Rif. Tartaglione Crispo a ore 0.15, Pian dei Vitelli a ore 0.30. A. Vezzeda inferiore a ore 0.50. Continuiamo verso destra con un tornante.

Dopo pochi passi in salita proseguiamo con leggera pendenza passando dietro alle baite.
Riprendiamo a salire ed entriamo nel bosco.
Percorriamo due tornanti sinistra-destra (m. 1740).
La pendenza aumenta. La stradina č parzialmente coperta dal cemento. (m. 1750).
Continuiamo su pietrisco. Dopo un ampio tornante sinistrorso cominciamo a vedere il rifugio.
Passiamo sotto ad un arco formato da due tronchi e lo raggiungiamo (m. 1780).

Tempo impiegato: ore 0.40 - Dislivello: m. 160 -10
Data escursione: giugno 2011 - agosto 2021

ESCURSIONI PARTENDO DAL RIFUGIO:








Dati del Rifugio Tartaglione

Altezza:
m. 1780
Gruppo:
Valtellina
Ubicazione:
Alpe Forbicina
Comune:
Chiesa - SO
Carta Kompass:
93 A5
Coordinate Geo:
46°18'29.70"N
9°45'49.00"E
Gestore:
Tecla Fanoni
Telefono gestore:
347 8508896
333 1747543
Telefono rifugio:
347 8508896
Posti letto:
16
Apertura:
estiva
Pagina aggiornata
il: 18/06/2011
Il Rifugio Tartaglione Il Torrente Mallero Il Monte Vezzeda Ponte Il Passo di Mello Alpe Forbicina Alpe Laresin

clicca qui per stampare questa pagina (solo testo)

Rifugio Tagliaferri torna su Rifugio Tassara

 Valid HTML 4.01! Copyright  Valid CSS!

Pagina vista da 19629 visitatori