Bivacco Pian delle Noci

Questo bivacco situato al Pian delle Noci, una radura nei boschi tra Orino e il Massiccio del Campo dei Fiori.
L'edificio in muratura ha un unico locale che contiene: un tavolo di legno con relative panche, un camino con legna e griglie e un tavolato con spazio sufficiente per quattro persone (senza materassi e coperte).
All'esterno ci sono: una croce, un tavolo di pietra con due panche anch'esse di pietra, due tavoli di legno con relative panche e una panchina.

Venendo da Milano con l'autostrada A8, al km. 31.8 superiamo la barriera di Gallarate (pedaggio).
Al km. 42 prendiamo l'uscita Alzate-Buguggiate-Varese Ovest. Proseguiamo con la SP1 per circa 16 chilometri.
Alla rotonda di Cocquio lasciamo la SP1 e giriamo a destra in Via Milano.
Dopo circa 200 metri prendiamo alla sinistra la SP 39, la percorriamo per circa 5 chilometri e arriviamo ad Orino.
Quando la SP 39 piega a sinistra, la lasciamo per proseguire diritto con Via Milano (cartello Rocca di Orino).
Dopo cento metri, e precisamente dopo il civico n. 15 da un lato e il civico n. 36 dall'altro, troviamo alla sinistra un parcheggio, gratuito e senza disco orario, con sette posti auto (m. 435).

Lasciata la macchina ci incamminiamo quasi in piano seguendo Via Milano tra le case del borgo.
Subito ignoriamo Via Bellini alla sinistra e Via Battisti alla destra.
Presso uno slargo (Piazzetta della Vittoria) alla destra troviamo una fontana. Lasciamo a destra Vicolo Calatafimi e continuiamo diritto.
Al termine di Via Milano giriamo a sinistra in Via General Cantore.
In fondo alla via, alla destra troviamo una fontana con vasca. Davanti abbiamo Piazza 11 Febbraio con il Municipio e la Chiesa Parrocchiale dedicata alla B.V. Immacolata. Anzich entrare nella piazza, giriamo a destra in Via Gorizia.

Dopo pochi passi troviamo un bivio e dei segnavia che indicano,
- diritto (segnavia 302 ex 2): Loc. Ronco km. 0.1 5', Pian delle Noci km. 2.0 1h, Forte di Orino km. 3.4 2h;
- a destra (segnavia 310A): Orino - Campo sportivo h 0:20 km. 0.8, Sentiero 317 Cocquio Trevisago/Forte di Orino h 0:40 km. 1.8, Velate Sentiero 310C - Brinzio/Velate h 3:40 km 11.6;
- a sinistra (segnavia 310B): Fonte Gesiola h 0:10 km. 0.6, Rocca di Orino Anello della Rocca di Orino h 0:30 km 1.5, Brinzio h 2:40 km 8.1.
Un cartello marrone segnala che stiamo entrando nel Parco Campo dei Fiori. Continuiamo diritto in salita su di una strada con il fondo acciottolato.
In leggera salita percorriamo una curva verso sinistra (m. 455).

Poco dopo ci immettiamo su di un'altra strada acciottolata. I segnavia indicano: Loc. Ronco; a destra (segnavia 302): Pian delle Noci km. 1.9, Loc. Colma km. 3.1, Forte di Orino km. 3.3; diritto (segnavia 310B): Fonte Gesiola h 0:10 km. 0.5, Rocca di Orino Anello della Rocca di Orino h: 0:30 km. 1.4, Brinzio h 2:40 km 8.0; dietro (segnavia 310B): Sentiero 310A h 0:05 km. 0.1, Orino h 0:05 km. 0.1. Andiamo a destra in salita con Via alla Selva.
Camminiamo tra due muretti sormontati da reti metalliche.
Ignoriamo una stradina alla sinistra.
Subito dopo anche la nostra strada gira a sinistra. Superiamo una grata per lo scolo dell'acqua e continuiamo con poca pendenza (m. 465).

Troviamo un cartello che segnala il divieto di transito ai veicoli e una sbarra chiusa che ne impedisce il passaggio. La aggiriamo alla sinistra (m. 475).
Subito dopo percorriamo una curva verso destra e proseguiamo in salita. Le case sono terminate e inizia il bosco formato in prevalenza da castagni.

Incrociamo una stradina e proseguiamo diritto.
Troviamo subito una biforcazione e seguiamo la strada pi larga, quella alla destra.

Ignoriamo una sterrata che si stacca alla destra e pieghiamo a sinistra (m. 500).
Vediamo un bollo bianco-rosso su di un albero alla sinistra (m. 515).

Ad una biforcazione trascuriamo la strada che procede diritto con pochissima pendenza e prendiamo l'altra che continua verso sinistra in salita (m. 525). I segnavia 302 infatti indicano, a sinistra: Pian delle Noci km. 1.6, Loc. Colma km. 2.8, Forte di Orino km. 3; dietro: Loc. Ronco km. 0.3, Orino km. 0.4.
Per un tratto la strada incassata nel terreno circostante.

Su di un ponte attraversiamo il letto di un torrente in secca. Ai lati come protezione ci sono una diecina di paracarri che sorreggono un tubo di ferro.
Attraversiamo il letto di un ruscelletto che troviamo asciutto (m. 540).
Per un tratto la strada incassata nel terreno circostante.

Troviamo la prima di una serie di canaline, di traverso alla strada, allo scopo di dirottare l'acqua piovana sul lato a valle (m. 550).
Cominciamo anche a trovare dei bolli di vari colori: bianco-rossi, verdi, azzurri, gialli, sia disposti singolarmente che a gruppi.

Percorriamo un tornante destrorso molto ampio alla fine del quale, alla sinistra, c' un muretto di pietre coperto dal muschio (m. 555).
Per un tratto la strada incassata tra il muretto e il terreno (m. 570).
Attraversiamo il letto di un ruscello che troviamo asciutto.
Continuiamo con poca pendenza.
Alla sinistra troviamo uno slargo mentre alla destra un muro di pietre scende a rinforzo della strada. Proseguiamo in salita.
Alla sinistra ci accompagna un muretto di pietre a secco coperto da muschio.

Ora i castagni lasciamo il posto ai faggi. Ci sono anche alcuni cespugli di pungitopo.
Percorriamo una curva verso sinistra (m. 585).

Sul lato sinistro della strada troviamo tre file sovrapposte di gabbie che contengono pietre. Su un cartello leggiamo: "Sistemazione frana con tecniche di ingegneria naturalistica. Anno 1998". C' anche un cartellino con la sigla "E/1" su di una bandierina di colore rosso-bianco-rosso (m. 615).
Quasi in piano percorriamo una curva verso destra (m. 625). Continuiamo in leggera salita con il fondo sterrato.

Ad una biforcazione teniamo la destra seguendo la strada pi larga segnalata da due bolli bianco-rossi (m. 635).
Troviamo un piccolo presepio al riparo sotto le radici di un albero (m. 640). Percorriamo un ampio tornante destrorso.
Continuiamo tra faggi e betulle (m. 645).

Percorriamo un tornante sinistrorso molto ampio, tra faggi e qualche castagno. Alla sinistra c' una panchina. Incrociamo un'altra sterrata e proseguiamo diritto (m. 650).
Al termine del tornante i segnavia 302 indicano, diritto: Pian delle Noci km. 1.0, Loc. Colma km. 2.2, Forte di Orino km. 2.4; dietro: Loc. Ronco km. 0.9, Orino Km. 1.0. Proseguiamo in salita (m. 660).
Per un tratto la sterrata incassata nel terreno circostante (m. 665).
Superiamo una serpentina appena accennata destra-sinistra.
Lasciamo a destra un masso.
Percorriamo un'altra serpentina destra-sinistra appena accennata (m. 675).

Ora camminiamo su pietre cementate. Alla sinistra ci sono un masso e una pietra piatta che pu fungere da sedile (m. 685).
Superiamo una semicurva verso destra (m. 695).

Continuiamo in modo abbastanza ripido su pietre ben sistemate.
Alla sinistra troviamo un masso sormontato da alcune pietruzze che formano un ometto.
Con poca pendenza superiamo una semicurva verso sinistra (m. 705).
Alla destra troviamo una panchina e una fontana con vasca di pietra sulla quale stato inciso l'anno 1882.

Una sterrata si stacca alla destra. Due cartelli indicano, diritto: Pian delle Noci; a destra: Forte di Orino. Su di un altro cartello leggiamo: "Nel Bosco le bestie non sporcano! ... gli uomini S ... Siete pregati di comportarvi come Bestie!!!". Continuiamo diritto (m. 715).
La sterrata leggermente incassata nel terreno circostante.
Superiamo due semicurve verso sinistra.
Lasciamo a destra un masso.
Usciamo dal bosco e ci troviamo nella radura del Pian delle Noci. Il bivacco alla sinistra e in lievissima discesa lo raggiungiamo.

Tempo impiegato: ore 1 - Dislivello m. 280
Data escursione: dicembre 2021

ESCURSIONI PARTENDO DAL BIVACCO:
  • al Forte di Orino (m. 1134) in ore 1











Dati del Bivacco Pian delle Noci

Altezza:
m. 713
Gruppo:
Valli Varesine
Ubicazione:
Pian delle Noci
Comune:
Orino - VA
Carta Kompass:
90 C7

Coordinate Geo:
4552'37.10"N
843'33.00"E
Gestore:
-
Telefono gestore:
-
Telefono bivacco:
-
Posti letto:
4 su tavolato
Apertura:
sempre
Pagina inserita
il: 23/12/2021
Il Bivacco Pian delle Noci Tra le viuzze di Orino Tra le viuzze di Orino Il lavatoio La Chiesa Parrocchiale in Piazza XI febbraio I primi segnavia Ponte Presepio tra le radici di un albero La strada nel bosco Cartello Targa Interno del bivacco: tavolo Interno del bivacco: tavolato Interno del bivacco: camino Croce accanto al bivacco Il retro del bivacco

clicca qui per stampare questa pagina (solo testo)

Bivacco Pian della Valle torna su Bivacco Pian del Nido

 Valid HTML 4.01! Copyright  Valid CSS!

Pagina vista da 329 visitatori