Rifugio Monte Stino

Il Rifugio Monte Stino č situato quasi in cima all'omonimo monte.
Si tratta di una recente costruzione essendo stato inaugurato nel 2014 ed č raggiungibile anche in auto.
Accanto al rifugio c'č la Chiesetta degli Alpini dedicata al Redentore.
Sul Monte Stino, fino alla guerra del 15-18, passava il confine con l'impero austro-ungarico e i suoi pendii furono teatro di eventi bellici tuttora testimoniati dalla presenza di trincee, gallerie e postazioni per cannoni e mitragliatrici.
A poche centinaia di metri del rifugio c'č un bel punto panoramico con vista del sottostante Lago di Idro, del gruppo dell'Adamello e altre innumerevoli cime.

Lasciamo la A4 al casello di Brescia Ovest. Seguendo la direzione Laghi, giriamo a destra, passiamo sotto all'autostrada e imbocchiamo la provinciale 11 verso il Lago di Garda.
Per un po' la provinciale costeggia l'autostrada.
Superiamo Rezzato. Poi prendiamo l'uscita per Salō, Trento, Madonna di Campiglio e ci immettiamo sulla statale 45bis Gardesana Occidentale.
Dopo Gavardo, superiamo quattro gallerie.
Poi giriamo a destra, seguendo le indicazioni per Trento e la Val Sabbia, e con la provinciale 237 superiamo altre sette gallerie.
Attraversiamo Nozza, Vestone e Lavenone.
Arrivati a Pieve Vecchia, frazione di Idro, prendiamo sulla destra una strada poco visibile tra le case.
Dopo il ponte sul Chiese (cartello Lemprato) giriamo a sinistra.
Ad una biforcazione, seguendo le indicazioni per Capovalle, andiamo a sinistra con la provinciale 58. Arrivati al Passo San Rocco prendiamo a sinistra la strada che conduce alla frazione di Zumič.
Attraversiamo Zumič, percorrendo la stretta stradina centrale e, al termine dell'abitato, troviamo alla sinistra il parcheggio dove lasciamo la macchina (m. 950).
Un cartello marrone indica a sinistra la strada asfaltata che sale fino al rifugio.

Ci incamminiamo in salita e seguiamo la strada fino alla prima curva a destra dove troviamo il segnavia 477 a bandierina dipinto su di un palo che indica di andare a sinistra (m. 960).
Percorriamo un centinaio di metri in discesa. Lasciata a destra la prima casa, passando sopra ad una griglia, imbocchiamo una stradina che sale a destra. Vediamo un segnavia a bandierina su di un palo.
Dopo una curva a destra proseguiamo tra prati e alberi.
Percorriamo un tratto con due cavi che scorrono sopra le nostre teste fino ad un tornante sinistrorso dove ignoriamo un sentiero che entra nel prato alla destra ed un altro che prosegue diritto (m. 985).
In basso a sinistra vediamo i tetti di Zumič.
Continuiamo quasi in piano. Alla destra c'č una colata di pietrisco (m. 995).
Dopo un tratto in discesa, ne alterniamo due quasi in piano ad altrettanti con poca pendenza.

In salita arriviamo alla stanga che chiude l'accesso verso una cascina dove la stradina termina. Un segnavia indica verso destra il sentiero 477 per il Monte Stino (m. 1020).
Prendiamo questo sentiero ed entriamo nel bosco.
Dopo un tornante sinistrorso, in basso a sinistra vediamo la cascina ed un baitello (m. 1035).
Quasi in piano percorriamo alcuni metri con il sentiero parzialmente franato sul lato sinistro (m. 1045).
Dopo un tratto con poca pendenza ed un altro quasi in piano, riprendiamo a salire.
Superato un tornante destrorso, il sentiero diventa abbastanza ripido e scorre un po' incassato tra le pietre ed il terreno circostante (m. 1065).
Poi giriamo a sinistra e, con minore pendenza, attraversiamo una piccola radura (m. 1070).

Passando accanto al segnavia 477 dipinto su di un albero, rientriamo nel bosco.
Pochi metri pių avanti, incrociamo un altro sentiero e andiamo a destra in leggera salita. Poco dopo ritroviamo i segnavia su di una pietra e su di un albero.
Su di un cartello leggiamo: "Zona Alpi. Distretto Valle Sabbia".

Alla sinistra c'č una parete di roccia.
Proseguiamo in salita. Presso una curva a sinistra, dalla destra sale un piccolo sentiero (m. 1190).
Percorriamo due tornanti sinistra-destra seguiti da un ampio tornante sinistrorso (m. 1110).
Continuiamo con altri quattro tornanti dx-sx-dx-sx, gli ultimi due vicini tra loro (m. 1130).
Superiamo un tratto incassato con il sentiero che si biforca solo per aggirare alcuni alberi.

Alla sinistra, sopra delle roccette, troviamo una grande croce in cemento ai piedi della quale su di una targa leggiamo: "ANGP e ANA dedicano 19.3.1963". Dietro alla croce il pendio precipita verticalmente (m. 1150).
Continuiamo in leggera salita. Alla sinistra ci sono altre roccette.
Quasi in piano percorriamo due semicurve destra-sinistra.

Incrociamo il sentiero 478 che qui compie un tornante sinistrorso. Il sentiero 477 invece ne effettua uno destrorso. I segnavia indicano con il sentiero 478 la Malga Piombino e con il 477 il Monte Stino. Andiamo dunque a destra (m. 1160).
Percorriamo un lungo tratto in leggera salita.
Usciamo dal bosco, in questo punto formato da larici, ma dopo un tornante sinistrorso vi rientriamo. Ora camminiamo tra alberi pių piccoli (m. 1200).
Presso un tornante destrorso lasciamo a sinistra una roccetta e subito dopo torniamo tra i larici (m. 1230).
Percorriamo due traversi lunghi e regolari che terminano con un tornante sinistrorso ed uno destrorso (m. 1250).

Alla sinistra troviamo un appostamento per la caccia. La zona č recintata con pali di legno e una rete metallica (m. 1270).
Ora la pendenza aumenta un poco.
Seguendo un'altra zona recintata arriviamo ad un cancello verde davanti al quale effettuiamo un tornante sinistrorso. Un segnavia indica Capovalle nella direzione dalla quale proveniamo (m. 1295).
Terminata la recinzione, continuiamo quasi in piano.

Ci immettiamo su di una stradina e andiamo a destra. Un segnavia indica Capovalle con il sentiero 477 alle nostre spalle.
Subito giriamo ancora a destra e ci immettiamo su di una sterrata. La seguiamo in leggera salita verso destra.
Vediamo dei bolli bianco rossi e cominciamo a trovare delle canaline per lo scolo dell'acqua. Alla destra c'č ancora la rete.
Passiamo accanto ad un cancello verde e proseguiamo con la stradina, ora pių stretta, che segue sempre la recinzione (m. 1305).
Alla sinistra c'č un roccolo. Davanti vediamo delle antenne.
Percorriamo una curva a destra. Alla sinistra ci sono degli alberi.
Riprendiamo a salire. In basso a destra vediamo una casa con il tetto parte color bronzo e parte dipinto di verde (m. 1315).
La recinzione termina. Percorriamo un tornante sinistrorso (m. 1330).

Ci immettiamo su di una sterrata. Alla sinistra una stanga chiude l'accesso verso una proprietā privata. Un segnavia indica dietro Capovalle con il sentiero 477. Andiamo a destra in salita (m. 1335).
Camminiamo tra radi larici. Alla sinistra ci sono due tralicci con vari ripetitori.
Alla destra troviamo dei paletti, alcuni quadrati ed altri rotondi, riempiti di cemento.
Ora gli alberi sono pochissimi. Percorriamo una ampia curva a sinistra oltre la quale cominciamo a vedere davanti il rifugio e la chiesetta.
Lasciamo a sinistra i due tralicci e i sottostanti baitelli di servizio e proseguiamo con poca pendenza circondati dai prati (m. 1350).

Presso una curva a destra, ignoriamo un'altra stradina che sale a sinistra (m. 1360).
La pendenza aumenta un poco. Dopo una curva a sinistra torniamo a vedere il rifugio e la chiesetta.
Percorriamo altre due curve sinistra-destra con bella vista alla destra sulla vallata sottostante e davanti su di una catena di cime innevate (m. 1375).
Ora alla destra c'č un cavo metallico steso tra i paletti di ferro.

Passiamo a valle del rifugio e della chiesetta. Nei prati alla destra vediamo una croce di legno.
Poco dopo, con un tornante sinistrorso, ci immettiamo sulla strada asfaltata che avevano lasciamo alla prima curva, all'inizio della nostra camminata.
Quasi in piano, accompagnati alla sinistra da una staccionata, raggiungiamo dapprima la Chiesetta degli Alpini e subito dopo il rifugio.

Tempo impiegato: ore 1.40 - Dislivello: m. 450
Data escursione: aprile 2015

ESCURSIONI PARTENDO DAL RIFUGIO:
  • alla cima del Monte Stino (m. 1467) in ore 0.15
  • alle trincee e postazioni del 1915-18
  • al punto panoramico







Dati del Rifugio Monte Stino

Altezza:
m. 1400
Gruppo:
Valli Bresciane
Ubicazione:
Monte Stino
Comune:
Capovalle - BS
Carta Kompass:
102 A4
Coordinate Geo:
45°45'49.90"N
10°32'59.80"E
Gestore:
Daniele Righetti
Telefono gestore:
366 3846823
Telefono rifugio:
0365 1980922
Posti letto:
10
Apertura:
 1/6-31/10: sempre
1/11-31/5: weekend
Pagina inserita
il: 25/04/2015
Il Rifugio Monte Stino Il sentiero 477 da Zumič Croce in cemento La Chiesetta degli Alpini Interno della chiesetta Area ex cucina da campo 15-18 Resti di trincea in cima Il retro del rifugio

clicca qui per stampare questa pagina (solo testo)

Rifugio Monte Pravello torna su Rifugio Monte Tesoro

 Valid HTML 4.01! Copyright  Valid CSS!

Pagina vista da 2780 visitatori