Animali Esotici

AIRONE
L'airone è un uccello della famiglia degli ardeidi. Vive nelle regioni tropicali e temperate in prossimità di fiumi, laghi o coste del mare, sia in colonie (3-15 individui) sia singolarmente. Ne esistono diverse specie: l'airone azzurro (Ardea herodias) vive in America ed è uno dei più grandi arrivando a 120 centimetri di altezza, l'airone cinerino (Ardea cinerea) presente in Europa e in Asia, l'airone rosso (Ardea purpurea) lo troviamo nell'Europa mediterranea, l'airone bianco maggiore (Casmerodius albus) alto e slanciato, la sgarza ciuffetto (Ardeola ralloides) che è la specie più piccola arrivando solo a 45 centimetri e vive sulle sponde del Mediterraneo, e infine l'airone guardabuoi (Bubulcus ibis) di piccole dimensioni (51 centimetri) frequente nelle regioni dell'Europa sud-occidentale. Ha zampe, collo e becco molto lunghi. A differenza di altri uccelli della stessa specie che volano tenendo il collo disteso, l'airone vola tenendolo ripiegato incassando la testa fra le spalle. Si nutre prevalentemente di pesce che cattura trafiggendolo con il becco nell'acqua bassa ma anche di insetti e piccoli animali come topi e lucertole. Costruisce il nido sui rami alti degli alberi. La femmina depone da 2 a 6 uova e l'incubazione dura 25 giorni.

ALLIGATORE
L'alligatore si differenzia dal coccodrillo per la sua testa più larga e corta e per il quarto dente inferiore alloggiato in una fossetta nella mascella superiore e ben visibile anche a bocca chiusa. Caratteristiche in comune invece sono la pelle spessa, gli arti corti e robusti e gli occhi situati sopra la testa. Vive nelle zone sud orientali degli Stati Uniti in paludi di acqua dolce, fiumi e laghi. Da adulto può raggiungere i tre metri e, in qualche caso, anche il doppio. Può vivere sulla terraferma ma predilige restare nell'acqua dove si muove con agilità. Da giovane si nutre di insetti acquatici, crostacei, rane e pesci mentre da adulto attacca animali più grandi quali tartarughe, uccelli acquatici e mammiferi. La femmina depone da 20 a 60 uova che si schiudono dopo circa dieci settimane. La vita media dell'alligatore è di circa 30 anni.

CAMMELLO
Il cammello (Camelus bactrianus) è un mammifero di grande taglia. È alto circa 1,5 m al garrese. Vive in Africa e in Asia. E' un animale ben addomesticabile ed utilissimo all'uomo essendo capace di trasportare carichi di oltre 450 kg e di percorrere a 50 km al giorno. Inoltre è utilizzabile sia nei climi torridi del deserto che in quelli freddi come sulle montagne del Tibet. Può bere fino a 100 litri di acqua in una volta sola, procurandosi così un'ampia scorta che gli verrà utile durante i lunghi viaggi nel deserto. Le gobbe sono invece riserve di grasso, che vengono riassorbite quando il cibo scarseggia; infatti durante i suoi viaggi può perdere il 30% del suo peso senza morire. Si nutre prevalentemente di erba, ma anche di piante e cardi spinosi grazie alla sua bocca ricoperta da pelle dura. D'inverno è coperto da un manto lanoso che perde poi in estate. La gestazione dura 15 mesi e nasce un solo piccolo. La sua vita può raggiungere i 40-50 anni.

COATI
Il coati (Nasua narica) è un carnivoro della famiglia dei procionidi diffuso nell' America equatoriale. E' lungo circa 80 cm. e pesa 4-6 chili. Ha il corpo slanciato e il muso appuntito. La coda, che tiene quasi sempre in posizione eretta, è lunga quasi quanto il resto del corpo. Si nutre principalmente di insetti (termiti, formiche e ragni) che scova grazie ad un olfatto molto sviluppato e alle forti zampe con le quali scava nel terreno, ma a volte anche di topi, lucertole, serpenti, uova di animali e anche di frutta. I maschi conducono prevalentemente vita solitaria mentre le femmine e i piccoli vivono in gruppo. Durante il periodo della gestazione la femmina si costruisce un nido su un albero e dopo 80 giorni da alla luce 3-5 piccoli. All'età di circa 6 settimane (siamo nel mese di maggio) la madre fa scendere i cuccioli dell'albero e li inserisce nel gruppo.

DROMEDARIO
Il dromedario (Camelus dromedarius) è un animale simile al cammello tanto che può essere considerato una variante della stessa specie. Si differenzia principalmente perché apparentemente ha una sola gobba che si erge sul dorso per circa 30 cm. In realtà ne possiede anche un'altra solo accennata vicino alle spalle. Inoltre ha le zampe più lunghe: è alto circa 2 m al garrese.

ELEFANTE
Esistono due tipi di elefanti: quello africano (Loxodonta africana) e quello asiatico (Elephas maximus). L'elefante africano è il più grande e pesante animale terrestre. Il maschio infatti misura circa 7 metri di lunghezza, circa 3.5 metri di altezza al garrese e pesa 5-6000 kg. Le femmine invece sono più piccole e pesano 3000-3500 kg. Le sue caratteristiche principali sono: la lunga proboscide mobile che serve per l'odorato, il tatto e la presa; le zanne, due incisivi estremamente sviluppati che, nell'esemplare africano, possono raggiungere i 20 kg; orecchie enormi, che oltre ad assicurargli ottimo udito, sono anche utili per la dispersione di calore. Oltre all' udito, anche l'olfatto è ben sviluppato; ciò compensa una vista piuttosto debole. Vive in branchi, composti da 5-20 esemplari circa, comandati dalla femmina più anziana. E' un animale erbivoro e possiede un grande appetito; ogni giorno infatti consuma 150 chili di vegetali. Ha bisogno di acqua abbondante e pertanto si sposta continuamente da un corso d'acqua all'altro fermandosi ad ogni pozza per pulirsi e rinfrescarsi. La gestazione dell'elefante africano è la più lunga di tutti i mammiferi. Dura all'incirca 21 mesi e nasce un solo piccolo per volta. Sia allo stato libero che in cattività può raggiungere 75-80 anni d'età.

FENICOTTERO
Il fenicottero (Phoenicopterus ruber) è un uccello migratore; vive in Africa, Asia sud-occidentale, America centrale e Europa meridionale. Ha le zampe e il collo molto lunghi; la sua altezza infatti raggiunge i 127 cm. Vive generalmente nelle lagune, nei laghi, negli ambienti palustri in genere. Il suo becco ricurvo viene utilizzato come un setaccio. Il fenicottero lo riempie d'acqua che poi spinge via con la lingua ma grazie a delle speciali lamelle, i piccoli organismi di cui si nutre, restano impigliati e così può inghiottirli. E' un animale sociale e quindi vive in grandi gruppi composti anche da 10.000 esemplari. Le coppie, una volta formatesi, restano fedeli per tutta la vita. Costruiscono il loro nido scavando con il becco sul terreno poi depongono un solo uovo (raramente due) e si alternano a covarlo per un periodo di trenta giorni.

GABBIANO
Il gabbiano è un uccello marino della famiglia dei laridi, diffuso in tutto il bacino del Mediterraneo, le coste atlantiche centro-orientali e dell’Asia centrale. Le sue dimensioni variano tra i 30 e gli 80 cm di lunghezza. Il colore delle piume va dal grigio pallido al nero nelle parti dorsali e dal bianco al grigio nelle parti ventrali. E' onnivoro: oltre a pescare, fruga tra i rifiuti nelle discariche e preda le uova degli altri uccelli. Costruisce il nido sui bordi delle scogliere e sulle coste alte a strapiombo sul mare. La femmina depone in media 3 uova, una volta all’anno, che vengono covate per 20-30 giorni. La sua vita é piuttosto lunga: può arrivare fino a 40 anni.

GIRAFFA
La giraffa (Giraffa camelopardalis) è un mammifero che vive in Africa nelle savane a sud del deserto del Sahara. E' il più alto tra tutti gli animali e il maschio raggiunge i 5,8 metri dovuti alla lunghezza del collo e delle gambe. Le sue vertebre cervicali sono comunque solo 7 come nella maggior parte del mammiferi ma naturalmente sono più lunghe e robuste. E' un animale pacifico e dolce e convive tranquillamente con altri animali erbivori. Sia il maschio che la femmina sono dotati di due paia di piccole corna che non sono un arma di difesa; infatti se attaccata, si difende a suon di potenti calcioni in grado di uccidere un leone (suo principale nemico) con un solo colpo, se ben assestato. La sua lingua è lunga 40 centimetri e viene utilizzata assieme al robusto labbro superiore per strappare i teneri germogli dei quali si nutre dai spinosi rami di acacia. Le sue zampe anteriori sono più lunghe delle posteriori ed è pertanto costretta a divaricarle moltissimo per poter abbassare la testa per bere. Dorme in piedi. Vive in piccoli branchi da 2 a 10 individui guidati da un maschio adulto. La femmine partoriscono un piccolo per volta (raramente due) dopo 15 mesi di gestazione. La vita della giraffa può durare fino a 30 anni.

GRU CORONATA
La gru coronata (Balearica pavonina) è un uccello trampoliere, caratteristico per avere la nuca coronata di piume dorate e divergenti. E' originaria dell’Africa subsahariana. Frequenta le zone paludose dove si nutre di tutto quello che vi trova dai vegetali ai piccoli invertebrati. Vive in gruppi che possono essere formati da pochi individui oppure in stormi numerosi. La gru non ha dimorfismo sessuale, vale a dire che alla vista non è possibile distinguere il maschio dalla femmina. Nidifica nelle paludi o lungo i banchi di sabbia vicini all’acqua, deponendo 2 uova per volta in un nido costruito con canne e giunchi. Il periodo di incubazione dura circa un mese. La gru rimane fedele al proprio compagno per tutta la vita, solitamente della durata di 40 anni. Questo animale è raffigurato al centro della bandiera dell'Uganda.

IGUANA
L'iguana è un rettile che vive nell'America tropicale. La specie comprende forme diverse per morfologia e dimensioni: l’iguana dai tubercoli (Iguana iguana) è la più diffusa, altri membri della famiglia sono l'iguana marina (Amblyrhynchus cristatus) e l'iguana rinoceronte (Cyclura cornuta). L'iguana dei tubercoli può raggiungere 1,8 metri di lunghezza e un peso di 4 chili. E' dotata di sacche sulla gola e creste sul dorso, gli arti terminano con cinque dita fornite di artigli. Ha una fila di spine coriacee lungo tutta la schiena fino alla coda. Vive sulle spiagge e sulle rocce ed entra in acqua per nutrirsi di alghe. 60 giorni dopo il periodo degli accoppiamenti (novembre-marzo) depone 20-70 uova che si schiudono dopo 60-90 giorni. La durata media della sua vita è di 10-13 anni.

IMPALA
L'impala (Aepyceros melampus) è una delle antilopi più belle e graziose. E' un mammifero della famiglia dei bovidi e vive nelle savane dell'Africa orientale e centro-meridionale. Il suo mantello è di colore bruno-rossiccio con i fianchi più chiari e il ventre bianco. Il suo corpo è lungo fino a 2 metri ed il peso si aggira sui 50 kg. I maschi sono dotati di grandi corna, lunghe fino a 90 cm., che utilizzano principalmente per sfidarsi tra loro in prove di forza. E' un animale agilissimo; può spiccare salti fino a dieci metri di lunghezza e tre di altezza. E' erbivoro e si nutre di una grande varietà di erbe e di arbusti. Vive in branchi composti da un maschio e diverse femmine. Il periodo di gestazione dura sette mesi e generalmente nasce un cucciolo per volta. La vita media è di circa 12 anni.

IPPOPOTAMO
L'ippopotamo (Hippopotamus anphibius) è uno dei più grandi mammiferi viventi (dopo l'elefante e il rinoceronte). Vive in gran parte dei paesi dell'Africa sub sahariana, nei pressi dei corsi d'acqua. Le sue dimensioni medie sono di 3,5 metri di lunghezza per 1,5 di altezza alla spalla e il suo peso varia tra 1.500 e 4000 kg. Ha poderosi canini. Occhi, orecchie e narici si trovano nella parte alta della testa, in questo modo può passare buona parte della giornata immerso nell'acqua, per proteggersi dal sole. Nell'acqua può anche dormire, immergendosi e riemergendo automaticamente, di tanto in tanto, per respirare. Quando si immerge chiude le narici e spesso poggia il ventre o le zampe sul fondo. Generalmente esce dall'acqua per andare in cerca di cibo solo durante la notte. Si nutre prevalentemente di vegetali nella misura di circa 50 kg al giorno. Raramente si ciba di qualche carogna di animale. Nonostante l'aria pigra e la grande mole, può correre più velocemente di un uomo seppur solo per brevi tratti. Il periodo di gestazione dura 8 mesi e per ogni gravidanza nasce un solo cucciolo. Il parto come pure l'allattamento avviene sott'acqua. Ha una longevità che va dai 40 ai 50 anni.

LAMA
Il lama (Lama glama) è un ruminante della famiglia dei camelidi. Vive in Bolivia e in Perù nelle zone fredde sulla cordigliera delle Ande. E' stato addomesticato dall'uomo fin dall'antichità. Il maschio è usato come animale da soma: può portare 50 chili per parecchie ore. La femmina invece viene allevata sopratutto per il latte e la carne. E' alto circa un metro al garrese ed è ricoperto di lana che può essere di diversi colori: nero, bianco, marrone scuro o chiaro, tutto di un colore o pezzato. Curioso il suo modo di difesa verso un nemico e di protesta verso il padrone per un carico eccessivo: si ribella sputandogli addosso del cibo semi digerito. La femmina dà alla luce uno o, più raramente, due piccoli, una volta ogni due anni.

LEONE
Il leone (Panthera leo) è un carnivoro della famiglia dei felidi. E' lungo circa 2 metri e pesa circa 300 chilogrammi. Il maschio si differenzia dalla femmina per la presenza di una folta criniera. Nonostante il peso elevato, è molto agile; riesce a salire sugli alberi, a nuotare e a compiere grandi balzi fino a una dozzina di metri di lunghezza e tre di altezza. E molto veloce e, sulle brevi distanze, riesce a raggiungere i 75 km/h. La maggior parte dei leoni vive nelle riserve naturali dell'Africa subsahariana. Di giorno solitamente riposa e al tramonto va in cerca di prede. Si nutre principalmente di grandi mammiferi come antilopi, bufali, facoceri, gnu e zebre. La gestazione dura all'incirca 110 giorni e la leonessa partorisce dai 1 ai 4 piccoli per volta. La vita media dei leone in natura è di circa 15 anni mentre in cattività può arrivare a 25.

PELLICANO
Il pellicano è un grande uccello acquatico. Vive nella maggior parte delle regioni calde lungo le coste di mari, laghi e fiumi. Ha una apertura alare di 3 metri e un peso di 15 chili. E' facilmente riconoscibile per il grande becco che nella parte inferiore si dilata in una sacca di pelle che può contenere 13 litri. Alcune specie catturano i pesci di cui si nutrono tuffandosi in acqua dall'alto, altre invece, cacciano in gruppo cercando di spingere la preda in acque più basse ove è più facile catturarla con la loro sacca che funge da retino. Il pellicano vive, si riproduce e migra in colonie piuttosto numerose. Di solito depone due uova che maschio e femmina covano alternativamente per un periodo di 28-35 giorni. La durata media della sua vita è di 30 anni.

PIOVANELLO TRIDATTILE
Il piovanello tridattile (Calidris alba) è un uccellino che deve il suo nome al possesso di solo tre dita per zampa. La sua lunghezza è di circa 18 cm, mentre l'apertura alare è di 35-40 cm. Gli adulti in inverno hanno un colore molto chiaro con parti inferiori bianche. Durante il periodo primaverile invece il piumaggio diventa più scuro. E' un animale gregario durante l'inverno e le migrazioni. In volo presenta uno storno coordinato; a terra corre velocemente sulle spiagge al limite dall'acqua beccando per procurarsi il cibo. Si nutre di piccoli crostacei, molluschi, vermi marini, insetti acquatici e loro larve, resti di animali marini e alghe. Nidifica nella tundra artica e depone 4 uova (raramente 3) per covata che sono incubate da entrambi i genitori, anche se principalmente dalla femmina. Dopo 23/24 giorni nascono i piccoli e a tre settimane dalla nascita diventano indipendenti. In inverno migra a sud compiendo un lunghissimo volo fino alla Patagonia, al Sud Africa e all'Australia.

RINOCERONTE
Il rinoceronte appartiene a cinque specie diverse che vivono in Africa: nero (Diceros bicornis) e bianco (Ceratotherium simum), e in Asia: indiano (Rhinoceros unicornis), di Giava (Rhinoceros sondaicus), di Sumatra (Didermocerus sumatrensis). Abita nelle zone ricche di acqua e fango nel quale si rotola spesso perché la sua pelle è sensibile alle punture degli insetti; così per proteggersi si costruisce una specie di corazza di fango secco. Generalmente passa la giornata al fresco e si muove alla sera per procurarsi il cibo. Si nutre di vegetali duri come i rami degli alberi, cardi, canne e simili. Ha il corpo massiccio con zampe corte e robuste e la pelle spessa, di colore grigiastro. Il corno (in alcune specie due allineati) non è osseo ma bensì una formazione callosa. La sua vista non è molto sviluppata per cui le sue percezioni si basano principalmente su udito e olfatto. E' un'animale sospettoso e reagisce alla sensazione di pericolo caricando l'avversario con lo scopo più di intimidire che di aggredire. Può essere comunque molto pericoloso considerando il suo peso che varia dagli 800 chili del rinoceronte di Sumatra fino ai 2000 chili del rinoceronte bianco. E' un animale generalmente solitario, eccetto che nel periodo degli accoppiamenti e quando la madre cresce il piccolo. La gestazione dura 17-18 mesi e nasce un solo cucciolo. La sua vita può durare fino a 50 anni.

STELLA MARINA
La stella marina è un invertebrato della famiglia degli echinodermi. Ha corpo appiattito e forma pentagonale con alcuni bracci (solitamente cinque). Colorazione e dimensioni variano secondo la specie; queste ultime vanno da 2 a 65 centimetri. E' in grado di rigenerare parti del suo corpo; per esempio se perde un braccio questo le ricresce. Vive nei mari e negli oceani e la possiamo trovare a varie profondità. Non ha nemici tra i predatori ma può essere vittima di parassiti. Si nutre di ostriche, mitili e alcuni tipi di crostacei. Solitamente la fecondazione è esterna e dalle uova fecondate nasce una piccola larva che successivamente diventa una piccolissima stella marina di appena 1 mm.

STRUZZO
Lo struzzo (Struthio camelus) è un uccello pur non essendo in grado di volare. Vive in Africa nella savana, nel deserto e nelle zone montagnose. Può arrivare fino a un'altezza di 2,5 metri ed un peso di 150 chili. I maschi sono neri con piume bianche sulle ali e sulla coda mente le femmine sono di un bruno uniforme. Il collo è molto lungo come pure le zampe che terminano con due sole dita. E' in grado di correre fino a 65 km/h. La sua dieta è onnivora. Il formidabile apparato digerente gli consente di inghiottire foglie, frutti, semi e anche piccoli animali. Vive in gruppi formati da 3-20 individui. Le femmine depongono le uova (che pesano kg 1,4) in una buca scavata nella sabbia, poi vengono covate 42 giorni da entrambi i genitori: la femmina di giorno e il maschio di notte. La sua vita media oscilla tra 50/60 anni.

TARTARUGA
La tartaruga appartiene alla specie dei cheloni, ordine dei rettili. Si può suddividere in due categorie: la prima che vive sulla terra o in acqua dolce, e l'altra che vive in mare. Dovendosi adattare ad ambienti così diversi presenta caratteristiche molto dissimili: per esempio la sua lunghezza può variare dai 15 centimetri a 2,4 metri e il peso da meno di un chilo fino a 400. La sua principale caratteristica è il carapace, uno scudo osseo che porta sul dorso entro il quale la testa, gli arti e la coda possono essere più o meno completamente ritirati. Le specie terrestri in genere si nutrono di vegetali, mentre le specie acquatiche prediligono maggiormente una dieta a base molluschi, crostacei, gasteropodi ed alghe. La tartaruga marina torna a terra solo per deporre le uova (circa un centinaio) preferibilmente in spiagge deserte, di notte o all'alba. I piccoli nascono dopo 60 giorni e istintivamente si dirigono verso il mare; devono farlo nel minor tempo possibile per evitare di venire catturati da uccelli e altri animali poi, raggiunta l'acqua, devono evitare di cadere preda da parte dei pesci. Delle giovani tartarughe soltanto poche diventeranno adulte ma quelle che ci riusciranno potranno anche superare i cento anni.

TIGRE
La tigre (Panthera tigris) è un mammifero predatore della famiglia dei felidi come il leone, il leopardo e il giaguaro. Vive in Asia: il suo ambiente sono le foreste, le praterie e in zone paludose dove caccia bovini e cervi ma la troviamo anche nella glaciale Siberia. Il suo mantello è colore arancione con strisce nere. L'olfatto e la vista sono molto sviluppati; in particolare di notte vede cinque volte meglio dell'uomo. Può arrivare fino a tre metri di lunghezza e trecento chili di peso. E' un animale solitario: si unisce in coppia solo per procreare, allevare i cuccioli e sbranare la preda. Dopo circa 100 giorni di gestazione la femmina da alla luce da 1 a 6 piccoli che alla nascita sono ciechi e pesano solo un chilo. Allo stato selvatico vive 10-15 anni mentre nei giardini zoologici può arrivare fino a 20.

ZEBRA
La zebra (Equus Burchelli) è un mammifero appartenente, come il cavallo, agli equidi. Si distingue marcatamente dagli altri membri della famiglia per il mantello a strisce bianche e nere. Secondo alcuni, questa striatura consentirebbe di mimetizzarsi alla vista del predatori, che potrebbero essere disorientati da un branco di zebre in corsa. La zebra vive soprattutto in Africa a sud del Sahara. La troviamo in grandi branchi, a volte composti da migliaia di capi, il che accresce la sicurezza per ciascun individuo. Convive pacificamente assieme ad altri animali erbivori quali gnu, struzzi e giraffe. La gestazione dura all'incirca un anno e, in genere, mette al mondo un solo cucciolo per volta. La vita media della zebra in natura è di 18 anni mentre in cattività può arrivare a 25-30.

Per vedere le immagini

Ritorna: le Foto degli Animali Esotici torna su Continua: le Foto degli Animali Selvatici

Valid XHTML 1.0! Copyright  Valid CSS!